fbpx
+39 049.87.00.588 info@dbbroadcast.com

A punteggio pieno dopo due giornate: così è andato a letto il Vega Mestre grazie ai due punti ottenuti nel recupero del primo turno contro la Falconstar Monfalcone. Una sfida magari non bella, ma che diviene splendida se si considera il peso specifico di questa vittoria contro la storica avversaria cantierina. Merito di una grande intensità e di un crescente dinamismo nella seconda parte di gara, dopo il 35-35 dell’intervallo lungo: nel terzo periodo Salvato e compagni imbrigliano la manovra degli ospiti che, quando non si scontrano contro la difesa orchestrata da coach Volpato, pagano la scarsissima percentuale ai liberi permettendo ad un Mestre magari non splendente ma cinico di issarsi sul +7 a inizio dell’ultimo quarto (51-44). Un vantaggio che il Vega ha il merito di non lasciarsi sfuggire dalle mani e, anche in questo caso, un grande plauso va alle cosiddette “seconde linee”, perché è indiscutibile che un contributo decisivo nel momento topico della gara lo portino Gomirato, Segato (suo il canestro del 51-44 citato poco fa) e Dal Pos: è il numero 3 biancorosso, infatti, a siglare due triple pesantissime in rapida successione, dapprima quella con annesso fallo subito del 63-53 a 3’10” dal termine, e successivamente la “bomba” del 69-60 a 1’ dalla sirena che stronca definitivamente le speranze di rimonta di Monfalcone. Il resto lo fanno la “garra tranquilla” di un Fazioli in grande spolvero, la difesa e non solo di un Maran che da avversari non vorremmo mai trovarci contro, un capitan Salvato che sa segnare solo triple pesanti e il solito Lazzaro, anche stasera in doppia cifra. Insomma, in poche parole la forza di un gruppo che si aiuta sempre e cerca di uscire dalle difficoltà insieme, trovando spesso in quelle stesse difficoltà le motivazioni per mettere in crisi l’antagonista di giornata. Un vero peccato non possa esserci il pubblico, perché questo Mestre avrebbe senza dubbio esaltato la Curva Nord e le gradinate del PalaVega, che resteranno purtroppo vuote anche domenica prossima quando i Grifoni riceveranno San Vendemiano nella terza giornata: siamo tuttavia certi che questi ragazzi non saranno mai soli e che il popolo biancorosso ha molti modi e altrettanta fantasia per dimostrare il proprio calore.